Valtellina turismo Valtellina turismo Valtellina turismo Valtellina turismo Valtellina turismo Valtellina turismo Valtellina turismo Valtellina turismo
▲ Nascondi Menù
Ambiente e Sport
Artigianato e Sapori
Colora la tua vacanza
« Torna Indietro | Il Territorio : Dettaglio

Chiesa di Sant'Antonio di Villa di Tirano

Chiesa di Sant Antonio di Villa di Tirano

La chiesa risale alla metà del ‘600. L’edificio sacro si presenta in tutta la sua semplicità e linearità di forme sia all’esterno, dove risalta la piccola copertura di rame a forma di bulbo sul campanile, sia all’interno, dove il grande spazio centrale è dominato da una cupola affrescata da Giovan Battista Muttoni, con particolari effetti prospettici.
I lavori di edificazione, diretti dal ticinese Martino Adamo, durarono dal 1667 al 1671, anno in cui avvenne la consacrazione.


La facciata è di linee semplicissime. Sotto il cornicione del timpano vi è un grande arco a tutto sesto con un finestrone rettangolare poggiante sul cornicione che divide in due parti la facciata. Il portale con timpano spezzato reca la data 1691. Sul lato destro ve n’è un altro dl 1749.


L’interno, con due ampie cappelle laterali, è dominato da una cupola centrale affrescata dal Muttoni, il quale con abili giochi prospettici simulò colonne disposte tre a tre, incornicianti otto finestroni; ciascuna di esse regge ricchi capitelli e cornicioni, oltre i quali si apre il cielo con “Sant’Antonio in gloria” tra nuvole e angeli (1705).


Due ampie cappelle laterali danno notevole respiro alla struttura interna della chiesa. Sulla parte sinistra della navata è appesa una grande tela raffigurante la “Madonna con Gesù Bambino, San Luigi Gonzaga e Angeli”, datata 1800. Sull’altare vi è un quadro del Muttoni che rappresenta “Lo sposalizio di Maria Vergine” (XVIII sec.).


Sulla volta del presbiterio sono dipinte tre medaglie, una delle quali rappresenta la Trinità. L’altare maggiore con colonne tortili in marmo nero, ha ai lati due statue lignee colorate dei Santi Pietro e Paolo, mentre nella nicchia posta al centro v’è una statua di Sant’Antonio da Padova (XVIII sec.). Particolarmente interessanti, rispettivamente da vedere e da sentire, sono il pulpito e l’organo. Il pulpito, collocato nell’angolo a sinistra del presbiterio, presenta la soluzione caratteristica della sovrapposizione al confessionale che troviamo nella coeva Chiesa della Madonna della Neve a Stazzona e che purtroppo ha subito in parte lo stesso destino: essere spogliato dei lavori di intaglio. L’organo, collocato sopra la porta centrale della chiesa nell’apposita cantoria decorata a riquadri, è stato realizzato da Giovan Battista Ettori, di origine bresciana e residente in quegli anni a Grosio. Si tratta di un organo di buona fattura.

 

La chiesa è sempre chiusa.

Fonte: Lavoro realizzato dai ragazzi della Scuola secondaria di primo grado "L.Trombini" di Tirano - sede staccata di Villa di Tirano (a.s. 2006-2007)

Per informazioni:
Ufficio Turistico Tirano
Tel. +39 0342 706066 - iattirano@valtellinaturismo.com 

In Evidenza
In Evidenza
banner
Loading
Cerca Disponibilità
Cerca Disponibilità
con BestBooking
In Evidenza
In Evidenza
banner
Download Brochure
Scarica le nostre Brochure
scopri il Terziere Superiore!
Newsletter ValtellinaTurismo
Iscriviti alla Newsletter
rimani aggiornato su news ed eventi